Storia di Casnigo - cronologia essenziale (2a parte)

 

1701 - 1750
9 settembre 1722: Istituzione Confraternita della Buona Morte presso l'altare di San Giuseppe (Chiesa Parrocchiale) costruito nel 1706 da Bartolomeo manni di gazzaniga, a spese dell'Arciprete di Casnigo Francesco Rota
1736: I fratelli Giampietro e Don Giovanni Imberti, morti alla distanza di quattro giorni, il 7 e l'11 marzo, lasciano alla Confraternita della Buona Morte due case e cinquantasei pezzi di terra; alla Chiesa Parrocchiale sedici oggetti d'argento; in dotazione alla casa parrocchiale trentadue quadri
23 gennaio 1740: Fondazione Cappellania Bonandrini
PERSONAGGI:

Don Gianbattista Zilioli, Prevosto di Ghisalba

Don Giuseppe Zilioli, Parroco di Monasterolo

Don Martino Rossi, Parroco di Premolo

Don Giambattista Grassi, Parroco di Monasterolo

DATI ANAGRAFICI:
1710: Gli abitanti di Casnigo sono 1263
1738: Gli abitanti di Casnigo sono 1300
Tra il 1701 ed il 1750 vengono battezzati 1946 neonati, muoiono 1807 persone e si celebrano 390 matrimoni

 

1751 - 1800
7 marzo 1759: Si rifonda la Confraternita di Santo Spirito i cui confratelli vestivano camice bianco con mantellina bianca (cesserà di esistere nel 1930)
6 aprile 1775: Un mercante di Luino viene aggredito, lungo la strada che porta a Casnigo, da ladroni che lo spogliano di tutti gli averi e lo feriscono mortalmente. Aveva ventotto anni
29 marzo 1796: Calandrina Giovanni viene nominato organista del Duomo di Milano
14 marzo 1797: Cessa la dominazione veneta con l'arrivo dei francesi di Napoleone
30 luglio 1798: Muore, all'età di quarantasei anni, cadendo improvvisamente dall'alto della Chiesa di Santo Spirito, Don Giuseppe Mauro Cattaneo, soprannominato "Bachetina", che aveva impegnato tutte le sue sostanza per l'ingrandimento e l'abbellimento della chiesa stessa
PERSONAGGI:

Marino Giorgi, pittore e decoratore, fra l'altro dell'altare di San Vincenzo

Maria Perani, superiora della Società di Sant'Orsola (Angeline)

Giovanni francesco da Casnigo, Padre provinciale dei Cappuccini

Don Benedetto Zilioli, prevosto di Vertova

DATI ANAGRAFICI:
1763: Gli abitanti di Casnigo sono 1321
1773: Gli abitanti di Casnigo sono 1348
1790 (circa): Gli abitanti di casnigo sono 1471. Fra essi i maschi sono 726 di cui 210 con meno di quattordici anni, 455 dai quattordici ai sessanta, 61 oltre i sessanta
Tra il 1751 ed il 1800 vengono battezzati 2367 neonati, muoiono 2046 persone e si celebrano 469 matrimoni

 

1801 - 1850
31 maggio 1804: Nasce Mignani Bartolomeo, al tempo noto cantante lirico, emigrato successivamente in America
1809: Costruzione nuovo cimitero in Via Agro
1815: Casnigo passa sotto la dominazione dell'Impero Austro-Ungarico
1817: Epidemia di tifo petecchiale. Quell'anno, in totale, moriranno 125 persone
1820: Vene fondata la Ditta Botta per lo sfruttamento delle miniere di lignite nei comuni di Casnigo e cazzano Sant'Andrea (cesserà la propria attività nel 1898)
22 maggio 1830: L'Arciprete Giovanni Serughetti benedice la nuova chiesa ricavata al primo piano dell'edificio del Suffragio, dedicandola al Redentore, alla Vergine Madre di Dio, alle Anime Sante del Purgatorio
31 agosto 1831: L'Arciduca d'Austria e consorte visitano le miniere di lignite in territorio di Casnigo e Cazzano Sant'Andrea
giugno 1836: A Casnigo imperversa il colera che infuria fino alla metà di settembre, causando 39 morti. Ricomparirà, assieme al vaiolo, nel 1838
6 agosto 1839: Apparizione in località Erbia della Vergine Maria al bambino Giuseppe Rossi
PERSONAGGI:

Don Martino Perani, Prevosto di Ardesio

Don Gianmaria Franchina, Parroco di Onore

DATI ANAGRAFICI:
Non disponibili perchè non vennero effettuate visite pastorali e l'anagrafe comunale non era ancora attiva
Tra il 1801 ed il 1850 vengono battezzati 3092 neonati, muoiono 2815 persone e si celebrano 621 matrimoni

 

 

1851 - 1900
1859: Casnigo entra a far parte del regno dei Savoia
8 aprile 1861: Franchina Gianbattista viene ucciso da una banda di briganti, nel compimento del suo dovere di militare nei pressi di Napoli
13 giugno1862: Viene rifondata la Confraternita del SS. Sacramento i cui confratelli portavano camine bianco e mantellina rossa
11 dicembre 1864: Su richiesta di parecchi devoti dal comune di Casnigo viene ceduta alla parrocchia la chiesetta della Barbata che era di proprietà comunale
1 gennaio 1866: Il Comune inizia a redigere gli atti di nascita, matrimonio e morte
aprile 1867: A Casnigo infuria il colera sino verso la meta’ di agosto. Muoiono ventitre’ persone
28 febbraio 1873: Crollo negli scavi di lignite preso il Mulino "Merdarolo". Rimangono sepolti e non piu’ ritrovati tredici uomini fra cui uno di Casnigo: Giorgi Bernardino
1882-1885: Si amplia il Santuario della Madonna d’Erbia, portandolo quasi alle dimensioni attuali e si ricava pure il piazzale esterno. Artefice e sostenitore dell’iniziativa fu l’arciprete Bernardo Donadoni
1884: Prime delibere del Consiglio Comunale conservate in municipio
1888: Si costruiscono, su iniziativa dell’arciprete Giuseppe Malighetti, il ricovero per anziani, che viene dedicato a S. Giuseppe e l’asilo infantile. Entrambi vengono affidati alle Suore Orsoline di Gandino nel 1889
PERSONAGGI:

Giuseppe Bonandrini, poeta dialettale e primo "Duca di Piazza Pontida"

Sebastiano Zilioli, dottore in medicina, chirurgia ed ostetricia

Don Pietro Ruggeri, parroco di Peia

Paolo Perani, primo Sindaco di Casnigo dal 1860 al 1862

DATI ANAGRAFICI:
1861: Viene effettuato il primo censimento del Regno d'Italia. Gli abitanti di Casnigo sono 1715
1871: Gli abitanti di Casnigo sono 1636
1881: Gli abitanti di Casnigo sono 1877
1890: Gli abitanti di Casnigo sono 2500 (Molta gente arriva da fuori a causa dell'ampliamento del Cotonificio in località "Serio")
Tra il 1851 ed il 1900 vengono battezzati 3253 neonati, muoiono 2480 persone e si celebrano 655 matrimoni

 

1901 - 1950
settembre 1904: viene fondata la Società di Mutuo Soccorso meglio nota come Circolo Fratellanza. Il primo presidente fu il perito tessile Franchina Battista Marino
maggio 1910: Viene fondato il Circolo di S. Giuseppe, ossia la Società Cattolica di Mutuo Soccorso, con circa   duecento associati
24 maggio 1911: Ultimazione restasuri esterni della chiesa parrocchiale. Gli interni verranno ultimati nel 1912
1915 - 1918: Prima Guerra Mondiale in cui moriranno 43 casnighesi
8 novembre 1919: Inaugurazione del Monumento ai caduti
16 marzo 1925: Si inaugura, in occasione del Sacro Triduo, l'impianto elettrico della "Ragia" nella chiesa parrocchiale
5 agosto 1929: Dopo i restauri del Santuario, per voto fatto durante la prima guerra mondiale, viene incoronata la Madonna d’Erbia. Solenni festeggiamenti in paese, dei quali fu promotore l’Arciprete Vittorio Cambianica
1936: Chiusura della filatura di Serio e grave crisi economica seguita da molta emigrazione
12 giugno 1937: Una enorma frana, caduta in località Cornalunga (Agro di Casnigo), ostruisce il letto del fiume Serio e travolge due minatori di Casnigo: Meloni Luigi e Franchina Giovanni
6 agosto 1939: Inaugurazione, presso il Santuario della Madonna d'Erbia, del gruppo statuario che ricorda la seconda apparizione. Grandi feste in paese
1940 - 1945: Seconda Guerra Mondiale. Casnigo ebbe 40 caduti
PERSONAGGI:

Paolo Bonandrini, sindaco dal 1904 al 1910 e dal 1915 al 1921. Si deve a lui la decisione di far arrivare l’acqua della sorgente Fagioleda a Casnigo

Don Gianbattista Perani, prevosto di Albino

Padre Pietro bagardi, Cappuccino, Cappellano dell'Ospedale Maggiore di Bergamo

DATI ANAGRAFICI:
1901: Gli abitanti di Casnigo sono 2372
1911: Gli abitanti di Casnigo sono 2743
1921: Gli abitanti di Casnigo sono 2798
1931: Gli abitanti di Casnigo sono 3299 (dal 1928 al 1959 il Comune di Cazzano Sant'Andrea fu unito a Casnigo)
1951: Gli abitanti di Casnigo sono 3467
Tra il 1901 ed il 1950 sono stati battezzati 3922 neonati, sono morte 2731 persone e si sono celebrati 897 matrimoni